Ascolta il podcast

Polesine Gol

Recuperi in Serie D/ Vince Mestre vs Trento, crolla Adriese

Recuperi in Serie D/ Vince Mestre vs Trento, crolla Adriese

24 Nov 2020 - Google+
Parte delle immagini pubblicate sono tratte da internet e quindi di pubblico dominio: nel caso avessimo pubblicato inavvertitamente immagini protette da copyright siamo pronti a rimuoverle dietro segnalazione.

La mission di Delta Radio al servizio del Calcio Dilettanti non si è fermata causa Covid-19 ma ha visto andare in onda la trasmissione Domenica Sport condotta da Salvatore Binatti giusto per raccontare sia la scorsa che questa settimana i ‘recuperi’ giocati in SERIE D.
Peraltro questa l’unica categoria dilettantistica in campo, visto che sono ancora fermi tutti i campionati dalla Eccellenza a scendere fino alla Terza categoria compresa.

Una mission che ci coinvolge appassionatamente, per cui eccoci qui a ‘memorizzare’ per la cronaca e per la storia, quanto successo in queste due settimane in Serie D, dove era’ ferma’ la capolista Delta PT di mr Andrea Pagan e patron Mario Visentini, mentre ha giocate ben due partite di recupero l’Adriese di mr Mattiazzi e patron Luciano Scantamburlo.

E allora, in un periodo in cui l’Italia del CT Mancini, giocando bene indipendentemente dai ‘musicisti’ in campo, si è qualificate alla Finale Four 2021 insieme a Spagna, Belgio, Francia, ripartiamo ricordando che nell’unico match disputato la settimana scorsa l’Adriese ha perso 2-0 in trasferta a Cartigliano (gol Camparmò e Marchesan tutto nella ripresa), con unico fatto positivo il ritorno in campo di Giacomo Marangon.

Ma l’altra settimana è stata una domenica doble face per tutto il CALCIO VENETO, peraltro ottima in SERIE B visto che nell’unico recupero registriamo la vittoria del Venezia per 2-0 in trasferta vs Virtus Entella, permettendo oltretutto ai lagunari di fare un alto in classifica fino ad agganciare il Frosinone al terzo posto, in scia al Chievo VR e alla capolista Empoli.

Fermo restando che era stata anche una settimana ottima per il cuore veneto anche nei recuperi disputati in SERIE C , Girone C, dove il Padova di mr Mandorlini, grazie alla vittoria per 3-0 sul Matelica ( reti di Nicastro, Bifulco, Buglio) , era tornato leader in vetta.
Significativi I titoli giornalistici di stamattina su Il Mattino di Padova che spiegano tutto anche coi relativi sottotitoli ( compresa la inaspettata batosta di Perugia).
E cioè “ Il Padova travolge il Matelica, riscatta Perugia e torna in vetta”, con sottotitolo Prova di orgoglio dei bianco scudati, il ritorno del 4-3-3 restituisce sicurezza. Arriva la settima vittoria in undici partite”.
Per la cronaca e per la storia aveva fatto buon punto anche la Virtus Vecomp di mr Gigi Fresco pareggiando 1-1 in trasferta a Gubbio, mentre questi sono gli altri risultati della 11^ giornata disputata: Carpi – Perugia 0-0, Cesena R.C. – Ravenna 4-0, Feralpi Salò – Triestina 2-1,infine Sambenedettese – Vis Pesaro 2-0.
Da segnalare che causa Covid-19 sono state rinviate Fano – Legnago , Fermana – Arezzo ( ultimo) , infine sospesa Imolese - Sudtirol.

Problematiche causa coronavirus che hanno inciso anche questa settimana nei recuperi previsti in SERIE D, sempre Girone C, dove erano in programma diverse partite di recupero, che potevano incidere sulla classifica.

Ma in anteprima come sempre partiamo in prologo con un breve excursus sul CALCIO PROFESSIONISTICO, per seguire la filiera veneta e il suo habitat.

Così in una settimana in cui in SERIE A sono state decisive le doppiette di CR/ per la Juventus winner 2-0 a Cagliari e la doppietta di Ibrahimovic per il 3-1 vincente del Milan sul Napoli (sfortunato e fermato dal palo e da Donnarumma) , merita blow up il Sassuolo di bomber Berardi ( in eurogol vs Verona , ma ha segnato anche in Nazionale vs Polonia e Bosnia) addirittura secondo in classifica.
In un campionato che ha visto la Roma di mr Fonseca giocare bene e meritarsi il terzo posto in classifica davanti alla Juve, per effetto di bel gioco e 3-0 vs Parma, con reti di Boja Mayoral e doppietta Mkhitaryan tutte nel primo tempo.

Per un week end che ha visto altresì l’Atalanta di Gasperini pareggiare in bianco in trasferta vs lo Spezia di mr Vincenzo Italiano (sì quello dell’Arzignano in Serie D vs Adriese solo 3 anni fa), ma anche la Lazio di mr Simone Inzaghi battere 2-0 (bel gol-tutto-testa di Immobile) in trasferta il Crotone, città sfortunata anche causa della nota alluvione infrasettimanale.

A questo punto un discorso a parte merita l’Inter di mr Conte che a San Siro vs Torino (privo di Belotti) è andata in doppio svantaggio prima di fare sorpasso fino al 4-2 finale grazie alle reti di Sanchez, doppio Lukaku più Lautaro Martinez.
Passando alla zona play out va segnalato che l’esordio di Prandelli sulla panchina della Fiorentina, non è stato fortunato visto la sconfitta interna 0-1 vs il Benevento di Pippo Inzaghi che veniva da 5 sconfitte consecutive.
Bene invece il Bologna di Mihailovic che a Genova ha sbancato per 2-1 il campo della Sampdoria, in sorpasso finale con Consolini di testa.
Focus speciale merita l’Udinese del polesano mister Luca Gotti che con De Paul match winner ha battuto per 1-0 il Genoa, trovando 3 punti ossigeno in chiave salvezza, un obiettivo alla portata dei friulani per quanto riguarda il gioco espresso e la ‘compattezza’ di squadra (solo 11 reti subite, ma anche solo 7 reti segnate).

Week end ad andamento lento per il calcio veneto anche in SERIE B, dove il Cittadella di mr Venturato ha impattato 2-2 contro la capolista Empoli, così come il Venezia ha impattato 2-2 in trasferta a Brescia, mentre è stato rinviato il derby veneto tra Vicenza e Chievo VR.
In un campionato che pertanto vede al secondo posto appaiate Lecce e Spal visto che i pugliesi hanno maramaldeggiato 7-1 vs Reggiana mentre la Spal ha vinto 2-0 sul Pescara penultimo (il polesano Fabio Maistro in campo da titolare quasi fino alla fine).
Quanto sopra, in attesa del posticipo tra Salernitana e Cremonese (ultima), anche per effetto dei seguenti altri risultati: Ascoli – Virtus Entella 1-1, Frosinone – Cosenza 0-2, Pordenone – Monza 1-1, infine Reggina – Pisa 1-2.

Turno negativo invece per le venete nel campionato di SERIE C, soprattutto perché il Padova di mr Mandorlini non è più leader avendo perso 3-1 in trasferta vs Feralpi Salò, subendo perciò sorpasso da parte del SudTirolo nuovo leader perché ha sbancato per 2-1 il campo del Modena.
E pensare che il Padova era addirittura andati in vantaggio con Della Latta a metà ripreso , poi  …tre gol subiti e “Il Mattino” di Padova che titola così:<< Padova, che illusione a Salò. Poi errori e sfortuna, peccato>> , mentre nell’occhiello-intervista allo stesso Della Latta si sottolinea “Tre sconfitte su 12 partite sono troppe per una squadra che ambisce a vincere il campionato”.
Da sottolineare il pareggio della Virtus Vecomp VR di mr Gigi Fresco vs Mantova, in zona centroclassifica, mentre è stata rinviata la partita del Legnago Salus vs Imolese.
In una SEREIE C, Girone B, che ha visto rinviata la sfida tra il fanalino di coda Arezzo e il Fano, mentre questo sono stati gli altri risultati di giornata: Matelica – Cesena 2-2, Perugia – Gubbio 0-0, Ravenna – Sambenedettese 1-1, Triestina- Fermana 3-1, infine Vis Pesaro – Carpi 3-2.

A questo punto eccoci in SERIE D, Girone C, dove erano in programma alcuni interessanti recuperi, a partire da Mestre – Trento significativo per l’alta classifica. Importante la vittoria per 3-2 del Mestre, prima in doppio vantaggio poi subito recupero e pareggio da parte della squadra di mr Carmine Parlato, infine gol finale dei lagunari che li lancia al secondo posto in scia al Delta PT di mr Andrea Pagan e patron Mario Visentini a questo punto leader solitario.

Tra gli altri recuperi con implicazioni Play off segnaliamo il pareggio 1-1 tra Arzignano Chiampo e Virtus Bolzano, con gli altoatesini che così agganciano il Trento al terzo posto, dove peraltro sale anche il Cjarlins Muzane bravo a sbancare il campo dell’Adriese per 1-0 con match winner al 79’ De Agostini.
Un match nato sotto una cattiva stella per l’Adriese di mr GL Mattiazzi, visto le importanti assenze di Boscolo Papo, Rosato, Meneghello, Boscolo Berto, e che ho commentato in diretta per Delta Radio, dallo stadio Bettinazzi che faceva tanta amarezza vista l’assenza del pubblico e la presenza dei soli cronisti sportivi (c’era anche la diretta tv in streaming su Prima Free).
Un match che ha visto il dominio dei friulani sul piano del gioco, guadagnando tanti calci d’angolo, sciupando due palle gol nel primo tempo in area piccola, ma con l’Adriese che in una ‘fiammata’ griffata golden boy Giacomo Marangon ha colpito la base del palo.

Certo poi la ripresa è stata più equilibrata sul piano del gioco ( era prevedibile un calo degli ospiti ) e l’Adriese oltre a colpire un palo con Paolo Beltrame ( ma su punizione defilata) ha avuto tre palle gol con Florian e Marangon ( bravo 2 volte il portiere ospite Fantoni) .
Fermo restando che anche gli ospiti hanno avuto due palle gol su mischia oltre ad impegnare il portiere Marocco (potrei aggiungere anche due pali ‘defilati, di testa nel pt e direttamente su calcio d’angolo nel st ).
Insomma decisivo per il Cjarlins Muzane il gol-partita di De Agostini contro una Adriese , mentre sono eloquenti i seguenti titoli e sottotitolo su Il Gazzettino :” L’Adriese baby non passa” ; con a seguire “ Seconda sconfitta consecutiva per i granata penalizzati da assenze importanti e adesso la classifica si complica. Polesani puniti da un gol del Cjarlins nel secondo tempo. Marangon prende un palo, Florian fermato in fuorigioco”.
Se dovessi fare le ‘pulci’ alla partita potrei dire che l’Adriese di mr Mattiazzi non ha rinforzato il centrocampo; era da considerare che i giovani della difesa non avrebbero avuto l’esperienza e il gioco per ripartire impostando gioco, per un centrocampo con troppe assenze e per di più lasciato ‘scoperto’ da una impostazione ‘per caratteristiche’ sbilanciata in attacco, visto la contemporanea presenza offensiva di Florean & Rosso, con all’esterno Marangon a sx e Beltrame a dx.
Ovvio che se giocasse ancora con questo ‘sistema’ l’Adriese, in concomitanza con troppe assenze, rischierebbe di perdere sia sul piano della manovra che del risultato (basti pensare ai 12 calci d’angolo a 2 per il Cjarlins Muzane, che perciò certifichiamo in cover).

Questo in un week end che ha registrato anche il pareggio 1-1 tra Cartigliano e Campodarsego (vantaggio dei padovani con D’Apollonia, pareggio locale con Di Gennaro tutto nel st), nonché la larga vittoria esterna del Belluno per 4-1 in trasferta a Montebelluna, mentre la Manzanese ha vinto all’inglese per 2-0 sull’Ambrosiana.


PENSIERINO FINALE & CURIOSITA’ / SPECIALE FOCUS “CALCIO A 5 FEMMINILE” / Il Granzette di coach Chiara Bassi si è scrollato la maglia nera da ultima in classifica andando a vincere a Scandicci contro CF Pelletterie, l’altra squadra che era ancora a quota zero.
Da sottolineare la tripletta di Iturriaga e il sigillo finale di Andreasi, per la prima vittoria della matricola PM Granzette del presidente Verza che, per la cronaca e per la storia, ha giocato con questa formazione: Iturriaga, Sinigaglia, Costa, Ardondi, Andreasi, Longato, Zanetti, Troiano, Grandi, Cappelletto, Famà, Dos Santos.
Pe runa CLASSIFICA che vede in vetta il Falconara, con in scia Montesilvano, Kick Off, Città di Capena, Real Statte, Lazio, più staccato il Granzette Rovigo a quota 3 e quindi a zero punto la squadra di Scandicci.
Frutto peraltro dei seguenti altri risultati di questa Quinta Giornata: Bisceglie – Montesilvano 2-7; Città di Falconara – Kick Off 2-1 (rinviata la sfida tra Cagliari e Città di Capena).

( Sergio Sottovia )


Lascia il tuo commento cliccando qui!

0 Commenti

Lascia il tuo commento!

Rimani aggiornato sui commenti di questo articolo

Scegli la tua immagine: