Ascolta il podcast

Polesine Gol

Befana by Delta PT ‘veste’ Gherardi e …Mr Tessarin + P

Befana by Delta PT ‘veste’ Gherardi e …Mr Tessarin + P

09 Gen 2018 - Google+
Parte delle immagini pubblicate sono tratte da internet e quindi di pubblico dominio: nel caso avessimo pubblicato inavvertitamente immagini protette da copyright siamo pronti a rimuoverle dietro segnalazione.

Per fortuna che la Befana ha un occhio di riguardo per il Calcio Dilettanti, altrimenti sarebbe andata in Inghilterra a portare ‘carbone’ sia ad Antonio Conte che a Josè Mourinho che sul piano della polemica sono scaduti davvero in basso, con polemiche, accuse e offese gratuite visto gli inutili riferimenti personali. Peccato per loro, perché da oggi sono un po’ meno Grandi, anche se la ‘elettricità di Conte e le ‘allusioni’ di Mou sono note da tempo.
Peccato per Conte che in Italia a livello di club è stato pluri-vincitore di scudetti con la Juve dove ovviamente era stato riconfermato , prima dell’improvviso  …divorzio consensuale prima della partenza del nuovo campionato.
Poi Conte è stato CT dell’Italia con Tavecchio e con il …contributo personalizzato dell’Adidas, ma c’è stata anche la rinuncia di Conte post Mondiali di Brasile 2016 e lo sbarco in Inghilterra, dove adesso è esploda la ‘battaglia verbale’ con Mourinho, mister triplete con l’Inter.
Cosa dire di più? Che Conte & Mourinho per questi fatti spiacevoli non sono di certo un buon esempio di fair Play …inglese.
Schegge e blog dal Mondo Prof, tanto più che in Italia va ridimensionato il problema VAR , anche se questa settimana è stata …Befana 2018 in versione No-Var pro Napoli e pro Juve, visto che in area di rigore c’era stato un mano di Martens del Napoli nella sfida interna contro il Verona e un altro mano stavolta di Bernardeschi  della Juve nella vittoria per 1-0 a Cagliari.
Anche per questo ho pensato …a cosa potevano aver pensato ia Firenze in tribuna Nicchi & Rizzoli , massimi esponenti dell’AIA, appunto allo stadio Franchi, dove hanno assistito  alla partita tra la Fiorentina di Pioli e l’Inter di Spalletti.
Anche se a Firenze bisogna dire che è stato un pareggio salomonico, ma al fotofinish e tranquillizzante delle sofferenze ‘viola’ di Giancarlo Antognoni storica ‘bandiera gigliata’ a pochi metri da Matteo Renzi.
Sofferenze fino al gol pareggio Viola fotofinish di Simeone Jr, contro l’Inter che ha dovuto spostare più volte Davide Santon , il nostro ‘Uomo Made in Delta Po’ , in tanti ruoli difensivi ( prima a dx, poi a sx e viceversa e infine al centro) stante le tante assenze difensive interiste.
Ma al di là del sempre incisivo Icardi, vien da pensare che se il pallino del gioco l’ha avuto di più la Viola questo potrebbe essere causato dal ritmo troppo lento del trio di centrocampo interista: cioè Gabbianini, Joao Mario e Borca Valero molto più lenti degli sprintosi centrocampisti del Napoli e della Juve, non a caso in fuga come la classica lepre attraverso i campi, mentre la Lazio di bomber Immobile ( autore di una quaterna nel 5-2 rifilato alla Spal allo stadio Paolo Mazza ) pare abbia le carte in regola per fare sorpasso anche sull’Inter oltre che sulla Roma.

Fermo restando che è già tempo di mercato per tutto questo mese, con lo spallino Lazzari ( ricordate?, ex Delta PT in Serie C) nelle mire del Torino, mi piace sottolineare la ‘qualità’ organizzativa dell’Atalanta che vincendo a Roma ha già agganciato la Sampdoria che invece ha perso 3-2 a Benevento ( ultimo in classifica).
Storie by Delta Radio & Dintorni, visto la Spal e visto Santon, ricordando che è stato fortunato il Milan di Gattuso col gol –rimbalzo di Bonucci matchwinner vs Crotone di Walter Zenga. Mentre per chiudere il discorso SERIE A segnaliamo il pari ‘veneto’ del Chievo
( 1-1 vs Udinese in sequenza positiva da quando è arrivato mr Oddo), nonché la sconfitta del Bologna di Donadoni perdente 3-0 a Torino (dove in settimana Mazzarri aveva sostituito l’esonerato Mihailovic) e il Genoa vincente 1-0 sul Sassuolo.

A questo punto, saltando la Serie B e detto che era a riposo il Campionato di SERIE C, passiamo direttamente alla SERIE D dove in questa prima partita datata 2018 ha visto risorgere il Delta Porto Tolle di mr Sandro Tessarin grazie al gol fotofinish del ‘falco’ Gherardi ( dopo il pareggio di Gattoni) per il 2 -1 in trasferta e in sorpasso finale a Belluno.
Non è andata bene invece all’Adriese di mr Mattiazzi che allo stadio Bettinazzi ha perso
1-2 contro l’abbordabile Feltre, il tutto per colpa di un rigore ‘magnanimo’ concesso agli ospiti dall’arbitro, ma soprattutto perché dopo il pareggio di Santi ( incornata su cross di Marangon) sul finire ha sprecato il rigore-pareggio calciato a lato da Busetto.

Insomma , troppi rigori sbagliati quest’anno dall’Adriese spesso in turn over su chi andava a battere il penalty.
E che fa scaturire una domanda sia sui ‘rigori’ che sul ‘gioco’ ( vedi appendice ‘Pensierino finale e Curiosità)  , e che ogni allenatore dovrebbe porsi, come si pone da tanti anni mister Gigi Fresco tuttora capolista con la sua Virtus Vecomp che questa domenica ha sbancato Mantova per 3-2 anche perché i lombardi hanno sprecato però 2 rigori.
Fermo restando che in scia troviamo il Campodarsego winner 3-0 in trasferta vs Ambrosiana e in sorpasso al secondo posto proprio sull’ArzignanoChiampo che invece ha solo impattato 1-1 in trasferta vs Cjarlins Muzane.
Questo in alta classifica mentre nei bassifondi il fanalino di coda Abano di mr Gabrieli ha vinto per 2-0 la sfida salvezza vs Liventina, mentre tra Montebelluna e Calvi Noale è finita zero a zero.
Risale intanto la Clodiense Chioggia winner 2-1 vs l’Este di mr Florindo, mentre il Legnago Salus è andato  a pareggiare 1-1 in casa Tamai.

Scendendo in ECCELLENZA , ricordiamo innanzitutto che nel Girone A sono state rinviate al 17 cm le sfide tra Bardolino e Pozzonovo e tra Belfiorese e Provese, mentre in vetta resta leader il Villafranca VR winner vs Vigasio 3-1 così come restano in scia in sequenza il Cartigliano (  winner 1-0 vs S. Lucia Golosine) , quindi il Caldiero ( pareggio 2-2 a Valgatara), poi la Vigontina vincente 1-0 vs Montecchio Maggiore.
A completamento segnaliamo che il fanalino di coda Valdagno ha impattato 1-1 vs Sona, mentre il San Martino Speme ha vinto 1-0 sull’Euromarosticense.

Invece, sempre in ECCELLENZA ma nel Girone B, ritorna finalmente alla vittoria l’unica polesana del girone: cioè il Porto Viro di mr Pino Augusti che nella sfida salvezza ha vinto 1-0 sul fanalino di coda Cornuda Crocetta grazie a match winner Greggio al 19’ pt.
Fermo restando che in vetta resta leader la Piovese di mr Carlo Perrone vincente 1-0 su rigore trasformato da Deinite vs Saonara Villatora.
Si conferma in scia invece l’Istrana winner 3-1 in trasferta vs Union Pro, mentre si stacca Eclisse CareniPievigina ( perso 3-2 in casa Union QDP) sorpassata perciò dal Sandonà vincente 2-1 in trasferta a Vittorio Veneto.
Detto che a centro classifica il Lia Piave in trasferta ha rifilato secco 5-0 al San Giorgio Sedico e che il Nervesa ha vinto la sua ‘battaglia’ per 3-1 in trasferta vs Giorgione, segnaliamo infine con implicazioni play out il pareggio 1-1 tra Real Martellago e Borgoricco.

Andamento lento invece in PROMOZIONE per entrambe le polesane, visto il pareggio casalingo 1-1 vs Oppeano da parte del ‘sofferente’ Badia Polesine del neo mr Ruggero Ricci (subentrato in settimana a sorpresa, dopo l’esonero di mr Merlin) , ma visto addirittura la sconfitta per 4-0 del fanalino di coda Loreo di mr Rodighiero in trasferta vs Ambrosiana Trebaseleghe..

Per la cronaca e per la storia in PROMOZIONE , Girone A , resta leader il San Giovanni Lupatoto anche se ha perso 1-0 in trasferta a Povegliano VR, anche perché in scia si è formato un terzetto rallenty. Vedi Aurora Cavalponica ( in trasferta 1-0 vs Albaronco) , vedi Alba Borgo Roma ( perso 2-1 in casa Seraticense) , vedi Garda ( solo 1-1 in trasferta vs Montebaldina) .
E così si è avvicinate a zona play off il Longare Castegnero vincente 4-2 in trasferta vs Virtus VR.
A completamento con implicazioni play out segnaliamo che il Lugagnano resta ultimo perché ha perso 0- 2  vs Croz Zai, mentre tra Cadidavid e Castelbaldo Masi è finita 1-1.

Sempre in PROMOZIONE, ma nel Girone del Loreo, segnaliamo leader in sicurezza la Luparense ( 2-0 vs Dolo) con in scia a -5 soltanto l’Arcella ( winner 2-1 vs Maerne), mentre fa rallenty la Vigolimenese ( solo 1-1 vs Azzurra Due Carrare).
Praticamente fuori zona play off e con implicazioni play out i seguenti altri risultati: Spinea – Albignasego 1-2; quindi Graticolato – Solesinese 0-0; Robeganese Salzano – Favaro
0-0    e infine Torre – Pro Venezia 1-1.

Tutta scoppiettante la PRIMA CATEGORIA, Girone D, con andamento yo yo al vertice, dove sale l’Aurora Legnaro di mr Pippo Maniero ( largo 4 – 0 vs Cavarzere) in sorpasso sullo Scardovari di mr Fabrizio Zuccarin ( solo 0-0 a Monselice), mentre in scia al terzo posto sale il Maserà di mr Montrone ( largo 5-2 vs Pontecorr) perché aggancia il Due Stelle ( solo 1-1 a Stroppare).
Con riferimento alle altre polesane segnaliamo la sconfitta interna della Tagliolese di mr Franzoso , 0-1 vs La Rocca di mr Selleri ( perciò ecco i due tecnici in foto cover assieme) , quindi il pareggio del Crespino Guarda Veneta di mr Luca Fabbri ( 1-1 al fotofinish con Sigolo vs Colli Euganei) mentre la FIessese di mr Trambaioli ha vinto 1-0 vs Bassa Padovana, grazie al rigore trasformato da Veronese al 38’ pt.

A completamento con implicazioni play out segnaliamo infine Atletico Conselve – Boara Pisani 3-3 , con doppietta di Fusetti per i locali e successiva doppietta di Bianco per l’incredibile pareggio finale degli ospiti in pieno recupero.

Scendendo in SECONDA CATEGORIA , Girone H, nulla cambia nella zona alta.
Infatti è stata speciale la vittoria di leader Union Vis , cioè 2-1 al fotofinish vs Beverare per la squadra di mr Thomas Bonfante, grazie alle reti di Hakim e Trambaiolo.
Ma sono altresì significative le vittorie del Pettorazza –secondo ( 3-1 sul Granzette) e della Turchese – terza (  largo 4-1 a Salara con doppietta di Giacomo Crepaldi).
Si stacca da zona play off invece il Papozze di mr Cominato per effetto dello scoppiettante 4-4 vs Canalbianco ACV ( doppietta Fabio Pregnolato per i locali, tripletta bomber Rainiero per gli ospiti ).
Detto che il fanalino di coda Baricetta ha perso 2-0 in casa della Villanovese, segnaliamo in zona play out i seguenti altri risultati: Bosaro – Boara Polesine 0-2; Medio Polesine – Cà Emo 0-1, mentre è finita 1-1 tra il Grignano di Piccinardi e il Frassinelle di mr Saterri.

E la TERZA CATEGORIA – ROVIGO ? Non si è giocato in Campionato ma nella COPPA POLESINE, con la partita di andata delle semifinali.
E così il Duomo di mr Sitzia ha vinto al fotofinish con bomber Milan per 2-1 vs Zona Marina di mr Alex Zanetti, mentre tra Ficarolese e Altopolesine è finita 2- 2 con doppietta del bomber locale Cugini cui ha risposto la doppietta ospite di Fioravanti.
Insomma, tutto aperto per domenica prossima nel doppio retour match.

Altra ‘formula’ invece nella COPPA PADOVA, giunto alla ‘quarta giornata’ , con la polesana San Martino di Venezze che comunque inaugura al meglio questo 2018: vittoria secca per 4-2 vs Borgoforte, la squadra dirimpettaia d’Oltradige. E domenica per la squadra di mr Mauro Bertipaglia ci sarà l’ultima gara di Coppa Padova in trasferta a Tribano

PENSIERINO FINALE E CURIOSITA’ / A guardare i ‘cambi’ effettuati da Mr Sandro Tessarin nel suo Delta PT  ( dove parte sempre titolare il centrocampista Arvia ex Adriese giustamente meso a riposo nei minuti finali) vien da pensare che alla fine il Delta PT potrebbe fare sorpasso su un’Adriese che probabilmente è più ‘limitata’ in fase offensiva.
Però , visto che i risultati sono il frutto della capacità di creare gioco, allora giro la domanda canonica agli amici allenatori Tessarin e Mattiazzi , così come l’ho posta a suo tempo a mister Italiano dell’ArzignanoChiampo.
E cioè : << Quanto è cresciuta e quanto prevede di far crescere la sua squadra sul piano del gioco da qui alla fine del campionato?>>.
Ma questa è una domanda che ogni allenatore dovrebbe porsi, per verificare le VAR-iazioni sul tema squadra, vista giocare a settembre, poi a Natale & Befana, infine a Pasqua.
Ma che dovrebbe proporsi anche ogni Presidenza e ogni Staff tecnico, prima delle verifiche a consuntivo e basandosi sugli ..esercizi e schemi che durante l’anno vengono ‘attuati’ per costruire sincronismi e gioco di squadra basato sulle qualità tecniche dei giocatori .
Come è successo a tanti ‘campioncini emergenti’ come Lazzari alla Spal , risorto e salito al …cielo della Serie A.
Una domanda che non ho ‘inventato’ io, semmai il mitico Paolo Mazza presidente della storica Spal e che Lui ‘faceva ‘ ( ma poi verificava sul campo) ai suoi allenatori.

( Sergio Sottovia )


Lascia il tuo commento cliccando qui!

0 Commenti

Lascia il tuo commento!

Rimani aggiornato sui commenti di questo articolo

Scegli la tua immagine: